Istruzioni estero dottorandi titolari di borsa di dottorato

Ogniqualvolta si intenda effettuare soggiorni all’estero è necessario:

CHIEDERE L’AUTORIZZAZIONE A TRASCORRERE IL PERIODO ALL’ESTERO. L’autorizzazione è concessa dal Collegio dei docenti o, in caso di urgenza, dal Coordinatore tramite decreto d’urgenza. Il dottorando deve presentare la richiesta per tempo, sempre prima della partenza, al Coordinatore, che la sottoporrà all’approvazione del Collegio dei docenti.

RICHIEDERE L’AUMENTO DELLA BORSAUna volta ottenuta l’autorizzazione e sempre prima della partenza, il dottorando deve trasmettere al Servizio ricerca e Formazione alla ricerca – UOC Formazione alla ricerca (fabio.panza@unipv.it):

  • Modulo di richiesta dell’aumento del 50% della borsa;
  • Copia dell’autorizzazione da parte del Collegio/Coordinatore del corso di dottorato;
  • Copia di un documento di identità valido;
  • Dichiarazione di assunzione di responsabilità firmata.
  • Oggetto della mail: Richiede aumento della borsa per periodo estero_Nome_Cognome

NB. Obblighi aggiuntivi per titolari di borsa di dottorato PNRR ex DD.MM. 351-352/2022 e 117-118/2023: prima della partenza è richiesta la sottoscrizione, per entrambi le sedi coinvolte, di un “Hosting Committment” la cui firma è a cura del Direttore del Dipatimento di afferenza. Prendere contatti con la UOC Formazione alla ricerca per la compilazione dell’accordo.

LIQUIDAZIONE IMPORTO. L’aumento della borsa per soggiorno all’estero è erogato in un’unica soluzione (due nel caso di periodi lunghi) ed è generalmente associato al pagamento della borsa di studio.

RIMBORSO SPESE SU FONDI 10%. Si ricorda che, durante il periodo di soggiorno estero per il quale si beneficia dell’aumento della borsa di studio, è possibile riedere il rimborso delle spese di viaggio e alloggio sostenute. Hanno titolo al conferimento di incarichi di missione i dottorandi incaricati di espletare attività nell’interesse dell’Ateneo e inseriti in specifici programmi di ricerca. Per le spese relative alla mobilità, nazionale e internazionale, riconducibile alle ordinarie attività di formazione e ricerca dei dottorandi non è configurabile un incarico di missione ma un rimborso spese. Al fine di agevolare le modalità di rimborso, si è previsto un apposito “TIPO RICHIESTA” – RIMBORSO SPESE MOBILITA’ DOTTORANDI da utilizzare in associazione al tipo regolamento TES – regolamento di Ateneo – all’interno di UwebMissioni, in modo da consentire di utilizzare la procedura informatizzata per il rimborso delle spese sostenute. Per ulteriori approfondimenti si rimanda al Regolamento missioni.

Si consiglia di verificare le condizioni di salute e sicurezza del paese di destinazione alla pagina Viaggiare Sicuri